Viaggio in Andalusia
cadice cosa vedere
Cadice cosa vedere? Attrazioni e luoghi di interesse da visitare

Cadice cosa vedere: alla scoperta della “città più antica d’Europa”

Affacciata su una baia a cui dà il nome, baciata dall’Oceano Atlantico e circondata da splendide spiagge, Cadice, lucente città bianco-gialla di lontanissime origini fenicie (antica Gadir, VIII secolo a.C.), nonostante sia una meta che i turisti scelgono un po’ meno frequentemente nei loro tour dell’Andalusia, riesce a conservare orgogliosamente un’affascinante personalità, unica in tutta l’Andalusia. Alla lunga e gloriosa storia della città è unita una spontanea tradizione multiculturale, capace di permeare l’atmosfera frizzante e gioviale (pensiamo al famoso Carnevale!) che accompagna il viaggiatore alla ricerca di tutto ciò che c’è da vedere a Cadice. Per non parlare della gastronomia: eccellente la cucina di pesce che si mangia sia nel quartiere dei pescatori (Barrio de la Viña) che nelle altre zone cittadine.

Ma quali sono le attrazioni che non possiamo perderci nel visitare Cadice? Cosa vedere in questo piccolo e affascinante gioiello che vanta una storia così antica, tanto da essere definita da alcuni la “città più antica d’Europa“? Andiamo a scoprire insieme cosa vedere a Cadice.

Cadice cosa vedere: le attrazioni principali

spiagge-cadiz

In media, una visita della città non richiede più di un giorno ma, prima di smarrirsi tra le strade della città lasciando la guida di Cadice nello zaino – inebriati dall’aria salmastra e dalla personalità briosa e contagiosa della gente del luogo – è bene capire bene cosa vedere a Cadice, così da non perdersi le attrazioni imperdibili di questa chicca andalusa dalla vocazione marinara, dalla quale salpò Cristoforo Colombo per il secondo e il quarto viaggio alla conquista delle Americhe. Chissà che non possa essere anche per voi terra di scoperte, come ci siamo augurati nel nostro tour in Andalusia di 5 giorni.

Il centro storico raccoglie tutti i motivi d’interesse del luogo, e il confine che lo separa dal nucleo cittadino moderno sono le Puertas de Tierra,  ciò che rimane delle antiche mura settecentesche.  Non c’è niente da vedere nella Cadice nuova, quindi concentrate la vostra visita dalle Puertas verso nord, a partire dal Barrio Santa Maria. Da qui parte il nostro itinerario nel cuore della città dell’Andalusia che sta oltre le Colonne d’Ercole di Gibilterra.

Catedral Nueva

visita cadiz

Se c’è un elemento architettonico che brilla nella memoria dei viaggiatori che hanno avuto il privilegio di visitare Cadice, è proprio la cupola gialla della grandiosa Catedral Nueva, che è stata costruita in più di 100 anni. Questo lungo intervallo di tempo ha evidentemente portato con sé alcuni mutamenti stilistici nella decorazione dell’edificio, che era stato pensato barocco, ed è stato rifinito con elementi dello stile neo-classico. Il punto migliore da cui fotografare la Cattedrale è Avenida Campo del Sur, il lungomare retrostante la cattedrale.

Se l’esterno ti lascerà senza fiato per la sua bellezza, aspettati anche un interno maestoso e proporzionato in stile neoclassico, molto differente dalle altre cattedrali della regione. Chi ha amato il gotico della cattedrale di Siviglia può rimanere un po’ interdetto, ma vi assicuro che la Catedral Nueva saprà come conquistarvi.

Curiosità
Nella bellissima cripta della cattedrale è sepolto il compositore Manuel de Falla, al quale, in città, è intitolato un importante teatro dalla facciata in stile mudéjar, il Gran Teatro Falla.

Torre de Poniente e Torre del Reloj

cadice attrazioni

Le due torri campanarie della cattedrale sono aperte al pubblico, ma è possibile che talvolta vengano chiuse per manutenzione. Al tempo della nostra ultima visita (agosto 2019), la Torre de Poniente era chiusa per restauro, mentre la Torre del Reloj era aperta. Con il biglietto generale della Cattedrale è possibile raggiungere la cima della torre per godere di uno spettacolare panorama sia della cattedrale che di tutta la città di Cadice, con il mare che la circonda. Come nel caso della Giralda di Siviglia, anche qui non dovrete scarpinare sugli scalini, ma tramite delle rampe in salita.

mks_icon icon=”fa-clock-o” color=”#000000″ type=”fa”]  Per verificare i prezzi e gli orari di apertura aggiornati, consulta il sito ufficiale. L’acquisto del biglietto generale include:

  • Cattedrale
  • Cripta
  • Coro
  • Sacrestia
  • Casa de Contaduría (museo Cattedralizio)
  • Torre del Reloj

Barrio del Populo

visitare CadiceVicinissimo alla cattedrale, si estende il quartiere più noto di Cadice, il Barrio del Populo, che da un lato si affaccia sul mare in Campo del Sur, offrendo panorami notevoli sulla cattedrale. Il Barrio è la tradizionale ragnatela di stradine strette e ingarbugliate su cui, tra un archetto e una piccola piazza, si affacciano palazzi, deliziose casette bianche e bar dall’aspetto accogliente.

Degna di nota è l’Iglesia de Santa Cruz, antica cattedrale duecentesca di Cadice, ricostruita in stile barocco nel XVIII secolo e molto frequentata dai fedeli del quartiere. Accanto alla chiesa c’è la Casa de Contaduría, che è il museo della Catedral Nueva: con il biglietto della cattedrale è possibile entrare gratuitamente in questo bell’edificio, le cui sale d’esposizione meritano una breve visita.

Teatro Romano

cadice-cosa-vedere

Un po’ nascosta nel cuore del Barrio del Populo, dietro alla cattedrale antica, troviamo un’importante testimonianza della presenza romana nella storia di Cadice: un Teatro Romano, che è possibile visitare gratuitamente. Il teatro fu costruito nel 70 a.C. dal gaditano Lucio Cornelio Balbo “il Maggiore”, consigliere di Cesare. Purtroppo una grossa sezione del teatro si trova sotto le case del quartiere, ma grazie ai pannelli illustrativi e alle ricostruzioni presenti nel museo, si può immaginare la grandiosità del teatro.

Plaza de San Juan de Dios

cosa-vedere-a-cadice

Appena fuori dal labirinto medievale del Barrio del Populo, all’esterno delle mura (o di ciò che ne rimane), si trova la bella e rumorosa Plaza de San Juan de Dios, che vi consiglio di fotografare cercando la felice prospettiva delle sue fontane e della statua del politico spagnolo Sigismundo Moret. Sulla piazza, animata da un continuo viavai di persone, si affacciano il Comune, la chiesa di San Juan de Dios e la Casa de los Pazos Miranda.

Plaza de Mina

La casa natale di De Falla è in Plaza de Mina, vivace spazio di forma quadrata diviso in quattro vialetti ricchi di vegetazione esotica e circondato da eleganti palazzi in stile isabelino. Seppur meno animato di Plaza de San Juan de Dios, questo è un centro nevralgico di Cadice: cosa vedere di particolare interesse storico e artistico in questa piazza, dopo la passeggiata a contatto con la curiosa varietà botanica?

cadice-andalusiaMuseo de Cadiz

In Plaza de Mina troverete questo notevolissimo e sottovalutato museo a ingresso gratuito, che offre ai visitatori un’impressionante collezione archeologica che testimonia le antichissime origini fenicie della città. In foto vedete il pezzo forte della collezione: una coppia di sarcofagi di origine fenicia.

Inoltre potrete visitare la sezione dedicata all’epoca romana di Gades, dove, tra le altre cose, si trovano esposte alcune anfore utilizzate negli scambi commerciali con Roma. Infine, il Museo de Bellas Artes, dove è conservato il dipinto che fu “fatale” per il pittore Bartolomé Esteban Murillo, “Il matrimonio mistico di Santa Caterina”, dipingendo il quale l’artista cadde dall’impalcatura e morì.

Date anche un’occhiata alla collezione di marionette di Cadice: oltre al celebre Carnevale, gli estrosi abitanti della città organizzano un satirico festival delle marionette. Gli orari di apertura del museo sono disponibili qui.

Oratorio de la Santa Cueva

visitare-cadice

Quasi nessuno visita questo piccolo oratorio in calle Rosario 10, ma non sa che si perde alcuni lavori del grande pittore Francisco Goya, che qui ha dipinto 3 delle lunette che adornano le volte della cappella. Non solo: per questo oratorio, fondato dalla Congregazione del Retiro Espiritual nel 1730, Haydn compose Le sette ultime parole del nostro Redentore in croce: le dolorose note del brano musicale dovevano servire per gli esercizi spirituali che qui si svolgevano, ma voi le sentirete comunque risuonare durante la visita culturale. Trovate orari e prezzi qui.

Plaza de España

cadice-spagna

In questa grande piazza, non lontana dal porto di Cadice, circondato da splendidi palazzi e da un giardino lussureggiante dove splendono fiori e piante esotiche, sorge un enorme Monumento alla Costituzione del 1812, promulgata dalle Cortes di Cadice dopo l’occupazione napoleonica. Il monumento fu costruito in quasi 20 anni, a partire dal primo centenario dell’evento.

Vale la pena visitare questa piazza anche solo per comprendere l’importanza di Cadice nei destini politici della Spagna, ma sono certo che vi piacerà soprattutto fotografare le curiose specie floreali che abbelliscono il giardino. Se volete vedere degli edifici dal gusto decadente, raggiungete l’angolo nord-occidentale della piazza e puntate le vostre macchine fotografiche verso la Casa de los Cuatro Torres e la Casa de los 5 Torres.

Oratorio de San Felipe Neri

cadice cosa visitareA una decina di minuti a piedi da Plaza de España, in Calle San José, 36 troverete anche l’Oratorio de San Felipe Neri, edificio sacro dell’XVIII secolo che è stato teatro degli eventi storici di cui abbiamo accennato nel paragrafo precedente: qui tra il 1810 e il 1813 si formarono e riunirono le Cortes di Cadice, concentrandovi l’azione rivoluzionaria e teorica che ha poi dato luogo alla Costituzione. L’oratorio, di forma ellittica, è apprezzato per la presenza di un’Immacolata Concezione di Murillo all’interno di un retablo in stile rococò. Qui prezzi e orari aggiornati.

Plaza del Topete e dintorni

guida cadice

Plaza del Topete, conosciuta anche come Plaza de las Flores, si fa notare per la colorata e calorosa atmosfera popolare, molto lontana anni luce dagli eccessi architettonici dalla già citata Plaza de España. Oltre al notevole palazzo delle poste, piccoli bar e bancarelle di fiori abbelliscono questa piazzetta di forma triangolare. Non lontano da Plaza del Topete, troverete l’antico Mercado Central di recente restaurato, e la Torre Tavira, altro notevole punto di osservazione della città reso famoso dalla presenza di una camera oscura.

Barrio de la Viña 

luoghi di interesse-cadice

Antico quartiere dei pescatori di Cadice, questo barrio si concentra soprattutto intorno alla colorata e rumorosa Calle Virgen de la Palma, dove si trovano quasi tutti i ristoranti del quartiere. Non lontano si trova la semplice e disadorna Plaza del Tío de la Tiza, dove, manco a dirlo, sono le palme a farla da padrona, facendo da gradevole anticamera alla Playa de la Caleta, la spiaggia più frequentata di Cadice insieme a Playa de la Victoria.

Playa de la Caleta e i due castelli

cadice-spiagge

Questa piccola spiaggia si affaccia su un’insenatura a nord-ovest del centro, ed è abbastanza frequentata. Non rinunciate a fare una bella passeggiata sul lungomare, raggiungendo, tramite Paseo Fernando Quiñones, il Castillo de San Sebastián, che si trova sul sito dove un tempo, secondo la tradizione, sorgeva un tempio dedicato al culto del dio Crono. In estate vedrete un sacco di ragazzini che si tuffano in acqua usando come trampolino il muretto che corre lungo il camminamento.

All’estremità opposta del lungomare, sorge il Castillo de Santa Catalina, fortezza tardo-cinquecentesca a pianta stellata, perfettamente conservata e utilizzata per scopi ricreativi e aggregativi. Il mare di Playa de la Caleta non sempre è pulito, ma la presenza dell’edificio bianco che un tempo fungeva da stabilimento termale rende più gradevole il colpo d’occhio e invita a fare una visita.

Parque Genovés

cosa-visitare-a-cadice

Sul lungomare, camminando a nord del Castillo de Santa Catilina fino al bastione panoramico della Candelaria, si trovano i bellissimi giardini del Parque Genovés: troverete fontane, aiuole, piante esotiche, vialetti alberati di cipressi, scorci romantici, un piccolo bar e la bellissima cascatella della Gruta, con il suo ponticello.

Jardines de Alameda Apodaca

cadiz-spagna

Infine, dirigetevi anche all’Alameda Apodaca, elegante giardino in riva al mare, lungo il quale passeggiare senza pensieri, all’ombra degli alberi che si affacciano sui vialetti acciottolati, alla ricerca dell’impressionante centenario Ficus del Mora.

… e adesso? Quali sono i prossimi passi?

Ora che avete capito cosa vedere a Cadice, è arrivato il momento di prendere altre importanti decisioni. Ecco una serie di articoli utili:

Bernardo Pacini

Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

Guida alla ricerca dell’alloggio

Guida al Noleggio Auto

Guida alla ricerca del volo

Feste ed Eventi in Andalusia

andalusia feste ed eventi

Pronti a scoprire le ferie tradizionali e tutti gli eventi e festival che si tengono in Andalusia ogni mese?

Tour Andalusia: come organizzare un viaggio nel sud della Spagna

Tutti gli strumenti necessari a organizzare in completa autonomia un tour in Andalusia on the road. Troverete informazioni dettagliate su come spostarsi, quando andare, quanto tempo dedicare alle singole tappe, e molti altri suggerimenti che vi renderanno più semplice la pianificazione di un viaggio in Andalusia…