Viaggio in Andalusia
tarifa cosa vedere
Cosa vedere a Tarifa: attrazioni, spiagge ed escursioni da fare in giornata

Cosa vedere a Tarifa, l’antica città ventosa che fronteggia il Marocco

Sorprendenti e chilometriche spiagge di sabbia fine, un centro storico di un candido bianco abbellito da piante e fiori, un possente castello dell’anno 1000, una vita notturna da far invidia alle più famose città dell’Andalusia e una eccezionale atmosfera di cittadina di frontiera: ecco cosa può offrire la città di Tarifa ai viaggiatori che decidano di visitarla durante un tour dell’Andalusia. Uno degli elementi fondamentali che caratterizza Tarifa è il forte e caldo vento di levante che spira dall’Africa, ideale per attività come il surf. Da ovest spira invece il vento di ponente, più adatto al kite-surf. Per certi versi, Tarifa è la capitale andalusa degli sport acquatici, ma qui potrai anche andare a cavallo o partecipare ad escursioni per ammirare le balene (whale-watching), o i tanti uccelli che vivono o migrano in quest’area (bird-watching).

cosa vedere a tarifa

Se non ti interessa cavalcare le onde ma invece sei un amante della storia e dell’architettura antica, forse ti chiederai cosa vedere a Tarifa… Oltre al Castillo de Guzman el Bueno non dovrai perderti la Puerta de Jerez e il sito archeologico fronte mare di Baelo Claudia. Infine, qui si può accontentare anche la pancia: la cucina andalusa entusiasma i buongustai e tapear a Tarifa è l’attività ideale per assaggiare i piatti della tradizione e bere qualcosa con gli amici. Da provare il tonno rosso e i dolci con la frutta secca e il miele!

Cosa vedere a Tarifa? Le attrazioni in città 

 Ecco cosa non bisogna perdersi a Tarifa:

Il centro storico di Tarifa

Puerta Jerez, l’unica porta antica rimasta è in Avenida Andalucia e permette l’accesso alla città vecchia, molto raccolta e facile da visitare. Passeggiando fra le stradine con case bianche, balconi in ferro e patios fioriti, ti consiglio di fermarti a visitare la Iglesia de San Mateo, la chiesa più importante di Tarifa, ubicata in Calle Sancho IV el Bravo. Non è di grandi dimensioni ma è in stile gotico ed ha un bella facciata con un maestoso portale d’ingresso. Fu costruita sopra un’antica moschea.

tarifa cosa visitare

Un rapido cenno storico...
L’antica città di Tarifa prende il nome da Tarif Ibn Malluk che nel 710 d.C. la conquistò: di questa eredità rimane un bel centro storico protetto da mura medievali e torri di protezione e avvistamento.

tarifa attrazioni

Su Plaza Santa Maria, solitamente dimenticata dai turisti e quindi molto tranquilla, si affacciano il palazzo del Comune con la sua splendida facciata in stile andaluso, l’edificio bianco della Biblioteca Pública Municipal Mercedes Gaibrois e la Iglesia de Santa Maria, la più antica della città. Nella piazza risalta la fontana a forma di stella a 8 punte con le caratteristiche statue di rana su ogni vertice: bizzarra e particolare, ci ricorda la Fuente de las Ranas nel Parco di Maria Luisa a Siviglia.

Consiglio
Se ti lasci alle spalle la piazza e cammini brevemente verso est su Calle Amargura raggiungerai il Mirador de Africa, da dove (manco a dirlo) si può vedere la costa e la “colonna d’Ercole” africana: il monte Jebel Musa. In fondo alla via si trova la suggestiva Plazuela del Viento.

Sei a pochi passi da quello che è il monumento più imponente della città: il Castillo de Guzmán. Affacciata sul mare, questa possente fortezza domina il panorama urbano e lo stretto fino al Marocco. È legata indissolubilmente alla tragica scelta di Alonso Pérez de Guzmán che nel 1294 preferì sacrificare il figlio piuttosto che consegnare la città ai musulmani. La statua di Guzmán il Buono si trova all’inizio della bella passeggiata lungo Paseo de La Alameda fra piccoli bar affacciati sul mare e grandi palme.

  •  Il castello è visitabile tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.
  • Il biglietto di ingresso è di 4 euro per gli adulti, 2.50 euro per i ragazzi fra 12 e 18 anni e gratuito per i minori di 12 anni. Per le tariffe aggiornate leggete qui.

Isla de las Palomas

L’altra emblematica strada di Tarifa è la diga che unisce il centro cittadino con Isla de las Palomas e che ti permetterà di trovarti esattamente fra due mari: camminando lungo questo percorso avrai l’Oceano Atlantico da un lato e il Mediterraneo dall’altro. Una foto è d’obbligo, se possibile inquadrando l’imponente Castillo de Santa Catalina, un maniero di recente costruzione (1929).

centro storico tarifa

Il Mirador del Estrecho

Tarifa è una città di confine. Durante il tuo soggiorno a Tarifa avrai l’Oceano Atlantico a ovest e il Mar Mediterraneo a est, mentre davanti a te potrai ammirare il punto di congiunzione dei due mari; un po’ oltre, il Marocco è ben visibile. Il miglior punto di osservazione è il Mirador del Estrecho. Si trova a 8 chilometri dal centro di Tarifa, lungo la N-340, e, nelle giornate limpide, sembra di poter toccare l’Africa.

Consiglio
Ti consiglio di andare verso sera così da poter vedere il tramonto sullo Stretto di Gibilterra proprio dove i due continenti sono più vicini.

mirador tarifa

I dintorni di Tarifa

Da Tarifa comincia uno splendido tratto di mare sulla Costa de la Luz in provincia di Cadice. Ecco alcune attrazioni e spiagge da visitare senza ombra di dubbio:

Il sito archeologico di Baelo Claudia

Nei pressi di Tarifa si trova anche uno splendido parco archeologico. Si trova a circa 22 chilometri a nord-ovest di Tarifa, quindi in automobile è facilmente raggiungibile in poco più di 20 minuti percorrendo la N-340 e uscendo sulla CA8202. Ci troviamo a due passi dalla popolare Playa de Bolonia (celebre la sua duna sull’oceano): il sito archeologico di Baelo Claudia è di fronte al mare ed il panorama che unisce le rovine ben preservate al blu dell’acqua in lontananza è magnifico.

baelo claudia tarifa

Un po' di storia...
 Antica polis romana, risale probabilmente al II secolo a.C. e al suo interno sono facilmente riconoscibili il teatro, la basilica, il foro, il mercato e i templi. Inoltre qui si trova l’edificio per produrre Garum, una salsa ottenuta col pesce utilizzata dai Romani e dalle popolazioni vicine per condire molte pietanze. Da non perdere il museo che spiega in modo chiaro ed esaustivo gli scavi e la produzione del Garum. E se siete giunti fin qui in estate, dopo la visita un bagno nella splendida Playa Bolonia sarà d’obbligo!
Il sito di Baelo Claudia è gratuito per i cittadini dell’Unione Europea, ma attenzione perché chiude alle 15.00.

Tarifa-Tangeri: dall’Europa all’Africa in meno di un’ora!

tarifa a tangeri

Fra Tarifa, la città più a sud d’Europa, e la costa marocchina ci sono solo 14 chilometri di distanza e, se lo desideri, potresti organizzare una giornata a Tangeri. Il traghetto impiega solo 35 minuti a oltrepassare lo stretto e sarai in Africa. Ci sono traghetti più o meno ogni ora dal Porto di Tarifa e in circa 60 minuti raggiungono Tangeri.

Ecco un tour organizzato che permette di fare un’escursione in giornata dal porto di Tarifa a Tangeri, sulla costa marocchina. Nel pacchetto è compresa la traversata in traghetto, un pranzo, gli spostamenti in bus e una visita guidata nei luoghi di interesse più importanti:

Gita di un giorno a Tangeri da Tarifa

Le spiagge di Tarifa 

Tarifa è la città del vento quindi, a meno che non siate surfisti, vi consiglio di guardare sempre le condizioni meteo e la forza del vento prima di organizzare la vostra giornata su una delle spiagge di Tarifa, per evitare di farvi vari chilometri per poi scoprire che stare sulla spiaggia è impossibile a causa del forte vento. Le spiagge cittadine più frequentate (nonché le uniche…) sono Playa Chica e Playa de los Lances, ma ci sono varie opzioni interessanti a una ventina di minuti di distanza in macchina. In particolare, Playa Bolonia e Playa de Valdevaqueros sono famose per la loro bellezza e per essere tra le uniche spiagge di Tarifa senza vento (o quasi…!). Se vuoi sapere quali sono quelle da visitare, leggi il mio articolo dedicato alle spiagge di Tarifa.

spiagge tarifa

Mappa delle attrazioni

Come arrivare a Tarifa

Tarifa si trova a circa 2 ore di viaggio da Malaga, 1.30 ore da Cadice e 3 ore da Siviglia. Il modo migliore per visitare Tarifa e tutta la Costa de la Luz è prendere l’auto a noleggio a Malaga o Siviglia, così da esplorare più liberamente la costa e l’entroterra. La stazione dei bus (Comes e Portillo) si trova in Calle Batalla del Salado: ecco le linee disponibili in partenza dalle varie città andaluse.

Dove dormire a Tarifa?

dove dormire a tarifa

Per essendo di dimensioni limitate, Tarifa offre una grande varietà di hotel, alberghi e case vacanza. Si possono trovare sia nel centro storico che sul lungomare di Playa de los Lances, ma occorre muoversi d’anticipo perché nel periodo estivo le strutture vengono prese d’assalto dai surfers (da chi pratica lo sport e da chi ama osservarlo!) e i prezzi tendono a salire. Qua sotto trovi gli alloggi disponibili in queste zone di Tarifa.

Io vi consiglio l’Hotel e Spa La Residencia Puerto, in ottima posizione per visitare il castello e il centro: alcune tariffe comprendono anche l’accesso alla spa in stile moresco.

Flora Lufrano

Flora Lufrano

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Guida alla ricerca dell’alloggio

Guida al Noleggio Auto

Guida alla ricerca del volo

Feste ed Eventi in Andalusia

andalusia feste ed eventi

Pronti a scoprire le ferie tradizionali e tutti gli eventi e festival che si tengono in Andalusia ogni mese?

Tour Andalusia: come organizzare un viaggio nel sud della Spagna

Tutti gli strumenti necessari a organizzare in completa autonomia un tour in Andalusia on the road. Troverete informazioni dettagliate su come spostarsi, quando andare, quanto tempo dedicare alle singole tappe, e molti altri suggerimenti che vi renderanno più semplice la pianificazione di un viaggio in Andalusia…