Viaggio in Andalusia
almeria spiagge
La Costa de Almería: spiagge selvagge e incontaminate nel Parque Natural de Cabo de Gata

Spiagge di Almería: il mare di Cabo de Gata

Se il vostro concetto di vacanza al mare prevede poche e semplici azioni, quali scendere dalla camera d’albergo in ciabatte, prendere l’asciugamano, aprire la sdraio e dormire sotto l’ombrellone tra un bagno e l’altro, probabilmente questo articolo non fa per voi. Mi spiego meglio, non andatevene! Come sappiamo, ferma restando l’inesprimibile bellezza del mare che bagna la costa meridionale spagnola, le spiagge d’Andalusia sono molte e molto variegate: c’è chi non vede l’ora di tuffarsi nei lungomare chiassosi e colorati delle spiagge di Malaga, c’è chi vuole esplorare le incontaminate e bianchissime spiagge di Cadice o ancora, chi ama l’atmosfera tranquilla di certe calette della costa Tropical, in provincia di Granada.

cabo de gata
La mappa di Cabo de Gata

In questo articolo vogliamo però raccontarvi qualcosa di completamente diverso, ovvero il tratto di costa andalusa forse meno conosciuto (insieme alle incantevoli spiagge di Huelva) eppure, a nostro parere, il più affascinante e misterioso in assoluto: il Parco Nazionale di Cabo de Gata/Nijar, in provincia di Almería. Spiagge e panorami di questa provincia sono un vero e proprio capolavoro naturale: ci troviamo in una riserva naturale formata da alcuni promontori di roccia vulcanica, spezzati in una serie infinita di splendide scogliere a picco sul mare. Potete immaginare quanti piccoli angoli di incredibile bellezza – calette, insenature, grotte – possano rifugiarsi tra questi inespugnabili bastioni naturali, che difendono la regione dall’urbanizzazione turistica.

Ok, bella zona, ma i consigli dove sono? Beh, le spiagge belle ad Almería sono tantissime e c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma siccome questo lavoro sporco qualcuno dovrà pur farlo, mi sono deciso ad affrontare questa mission impossible, proponendovi una panoramica delle più affascinanti spiagge di Almería nella zona di Cabo de Gata e non solo, senza dimenticare le indicazioni su come arrivare e dove dormire.

Almería spiagge: la costa occidentale e la Playa del Zapillo

Se avete in programma di percorrere il tratto di strada Malaga-Almería, sappiate che, dopo aver passato la costa granadina – la Costa Tropical – da Motril in poi il vostro commento, nella migliore delle ipotesi, sarà: “Ma che… davvero??”. In poche parole, la stessa reazione sbalordita che ho avuto io: la costa a ovest di Almería è un infinito, deprimente susseguirsi di serre e strutture dedicate alla plasticoltura, dove il mare, suo malgrado, è solo un triste sfondo scenografico.

roquetas de mar spiagge
La Playa de Aguadulce

Le uniche località degne di nota sono quelle affacciate al golfo di Almería, negli immediati pressi della città: Roquetas de Mar, città molto ben attrezzata dotata di una lunga spiaggia, e la più piccola e tranquilla località di Aguadulce, dove le immense distese di plastica sono soltanto un ricordo.

Tutti gli alloggi disponibili a Roquetas de Mar

La città di Almería, in senso stretto, non offre grandi opportunità di svago balneare, a parte Playa del Zapillo, una spiaggia che si estende per circa 3 km dopo il porto e davanti al centro urbano, anche se non c’è alcun motivo di preferire questo anonimo arenile alle vicine, splendide spiagge di Cabo de Gata, delle quali vado finalmente a parlarvi.

spiagge almeria
La Playa del Zapillo

Tutti gli alloggi disponibili ad Almería

Una premessa doverosa…

Prima di continuare a farvi venire i lucciconi agli occhi, è necessario fare una premessa doverosa, anzi due.

  • prima premessa:  i luoghi qui segnalati sono solo una minima parte di quelli che varrebbe la pena visitare: sono semplicemente i più belli e agilmente raggiungibili secondo il parere di chi scrive.
  • seconda premessa: dopo il faro del Capo di Gata, entriamo in una zona davvero rurale e selvaggia. Il tracciato delle strade non è affatto agile, e alcune delle spiagge di seguito segnalate non sono raggiungibili in auto: dovrete lasciare il mezzo sul ciglio della strada o nelle aree di parcheggio – non custodito –  e raggiungere il mare a piedi, zaino in spalla. Lo spettacolo è garantito, ma come buona parte delle cose belle, bisogna fare un po’ di fatica.

Se tutto questo non fa per voi, non è il caso di preoccuparsi: sulla costa di Almería, spiagge facilmente raggiungibili con i mezzi non mancano.

Cabo de Gata: le spiagge della costa orientale di Almería

Cabo de gata spiagge
La chiesa di Almadraba de Monteleva

Allontanandovi da Almería, di fronte al paesaggio desertico della periferia orientale martoriata dalle serre – non vi aspettereste mai lo spettacolo del Parque Natural di Cabo de Gata. In effetti, nemmeno la cittadina di Cabo de Gata appare particolarmente interessante, se non per gli appassionati di birdwatching che vogliono avvistare gli uccelli delle vicine Salinas de Cabo de Gata. Ma, arrivati dinanzi alla stupenda spiaggia dello scalcinato pueblo di pescatori chiamato La Almadraba de Monteleva, dando le spalle alla scenografica Iglesia de Cabo de Gata (difficilmente visitabile se non durante le funzioni), ecco che si comincia a vedere il sontuoso profilo dei promontori di Cabo de Gata.

Arrecife de las Sirenas: l’emblema di Cabo de Gata

almeria mare
Una vista dell’Arrecife de Las Sirenas

La prima vera e propria attrazione naturale che incontriamo dopo Almadraba è forse il simbolo più rappresentativo di tutte le spiagge di Almería e provincia: parliamo dell’Arrecife de las Sirenas, una barriera rocciosa formata da suggestivi affioramenti di origine vulcanica, battuti dalle onde del mare. Questo bellissimo scorcio è visibile dall’alto, dal faro de Cabo de Gata (raggiungibile in auto), ma se avete un paio di scarpe adatte, potete avventurarvi lungo un brevissimo sentiero che porta a una minuscola cala dove si trovano delle rampe di accesso al mare per le barche: questo è l’unico modo per ammirare il meraviglioso paesaggio al livello del mare.

Cala Carbón e Cala de la Media Luna

Le due calette sono solamente raggiungibili a piedi, lasciando l’auto all’inizio della ALP-822, che non è percorribile in auto. Venendo dal faro, vi aspetta una lunga passeggiata verso l’accesso alla Cala Carbón. Quello della Cala de la Media Luna, che è una spiaggia più grande e altrettanto bella, si trova circa un km dopo.

capo de gata
Cala Carbón

Playa de Mónsul: la spiaggia con la “ola petrificada”

Le spiagge appena descritte non possono assolutamente competere con la Playa de Mónsul, considerata una delle più belle di Cabo de Gata, a motivo della particolarissima roccia che campeggia sulla spiaggia, che ricorda un’enorme “ola petrificada” (onda pietrificata) circondata da dune sabbiose. Raggiungetela assolutamente: vi sentirete come Indiana Jones! Il parcheggio è a pagamento e si raggiunge percorrendo una strada sterrata di circa 5 km in partenza da San José. Se vedete un bel mulino a vento alla vostra sinistra, siete sulla strada giusta! Dalla cittadina parte anche un autobus, che secondo noi in alta stagione è un’ottima soluzione, in quanto il parcheggio tende a riempirsi molto presto e trovare un posto potrebbe rivelarsi un’impresa. Quando la spiaggia è ventosa, potrebbe essere un po’ difficile fare il bagno.

playa de monsul
Playa de Monsul

Tutti gli alloggi disponibili a Cabo de Gata

Cabo de Gata: le spiagge di San José

San José è un villaggio di pescatori dov’è possibile trovare alcuni hotel e ristoranti di pesce, oltre a due bellissime spiagge, adatte a chi non vuole avventurarsi tra le scogliere:

  • Playa de los Genoveses, enorme spiaggia sabbiosa bagnata da acque cristalline e separata da San José da una scogliera. Davvero imperdibile. Si raggiunge percorrendo la stessa strada che porta alla Playa de Monsul. Per gli abitanti del luogo, questa è una delle spiagge più belle di tutto il parco.
  • Playa de San José: di fronte al paese, si trova questa gradevole spiaggia attrezzata, adatta alle famiglie e a chi vuole rilassarsi un po’.
Cabo de Gata Almeria
Playa de los Genoveses

Il villaggio è raggiungibile passando per Rodalquilar e per El Pozo de los Frailes lungo una strada molto agevole, dove si possono ammirare mulini e suggestivi cortijos abbandonati.

Tutti gli alloggi disponibili a San José

Los Escullos: spiagge e un castello che si specchia nell’acqua cristallina…

Vicino a La Isleta del Moro, villaggio famoso per conservare l’affascinante panorama dell’Isleta, si trova la località Los Escullos. Oltre ad alcune cale difficilmente accessibili, segnaliamo due spiagge che vale la pena citare: la Playa de Embarcadero e la Playa del Arco, quest’ultima nota per le strane formazioni rocciose che la attorniano. Dietro alla scogliera, domina il mare il Castillo de San Felipe, non visitabile all’interno.

almeria cabo de gata
Playa del Arco

Nei pressi del villaggio abbarbicato alla scogliera si trova invece la frequentata Playa del Peñón Blanco ma, per respirare un’aria più selvaggia, potete prendere la macchina e percorrere il breve tratto di strada fino allo splendido Mirador de Las Amatistas. Poco prima, invece, troverete uno spiazzo a bordo strada: lasciate l’auto e, con una passeggiata, raggiungete la Cala de los Toros.

Tutti gli alloggi disponibili a La Isleta del Moro

El Playazo de Rodalquilar, una delle spiagge più grandi di Cabo de Gata

rodalquilar Playazo
Rodalquilar si trova nell’entroterra del Parque Natural, in una zona un po’ più pianeggiante rispetto alla costa, ed è perfetta come punto di riferimento strategico per una visita nei dintorni. La spiaggia più nota di Rodalquilar è El Playazo, a 4 km dal centro cittadino: ve la consigliamo, in quanto si tratta di un lido sabbioso ampio (per i parametri della zona, il più grande!) e facilmente raggiungibile in auto.Un po’ più nascosta e riparata dietro un filone roccioso che si allunga sul mare, si trova la più piccola Calilla del Playazo, all’ombra del Castillo de San Ramón, raggiungibile tramite un breve sentiero.

Se vi trovate a Rodalquilar, vi consiglio di visitare l’antica miniera d’oro abbandonata che si trova in cima al paese: noi l’abbiamo trovata davvero suggestiva! Il paesino, invece, in estate è un museo a cielo aperto: le case bianche sono infatti abbellite da opere d’arte provenienti da ogni dove. Il festival si chiama Rodalquilarte e contribuisce a rendere molto gradevole una passeggiata sulla via principale del paese.

Tutti gli alloggi disponibili a Rodalquilar

Cabo de Gata: le spiagge di Las Negras

Dopo Rodalquilar, percorrendo verso nord una strada nell’arido entroterra, si raggiunge Las Negras, un’amena località turistica che si presenta come un paesino bianco che dà il meglio di sé sul caratteristico lungomare, dove ci sono alcuni ristoranti di pesce. La spiaggia del paese è gradevole e disseminata di barchette dei pescatori: ne esiste una un po’ più riparata – chiamata Cala del Cuervo –  in corrispondenza di un camping, a sud del paese.

Playa san Pedro: quando la fatica è ripagata…

san pedro Almeria

Playa san Pedro è una delle spiagge più belle di tutto il parco naturale del comune di Nijar, nonché una delle più incontaminate e difficilmente raggiungibili. La si può raggiungere in barca da Las Negras o tramite una ruta, un faticoso sentiero lungo circa 3 km, che si imbocca in Calle Bahia de Las Negras, 500 mt dopo la fine della spiaggia. Portatevi abbigliamento adatto all’escursione (nonché una buona crema solare!) e fate attenzione al sentiero, poiché corre lungo il bordo delle scogliere. La spiaggia è molto amata dai nudisti.

las negras
La mappa dei dintorni di Las Negras

Tutti gli alloggi disponibili a Las Negras

Le cale misteriose di Agua Amarga

Nel meraviglioso paesello bianco di Agua Amarga, la spiaggia è ampia e sufficientemente attrezzata, e il mare spesso è cristallino: è un vero godimento passare qualche ora qui, avventurandosi magari nelle grotte scavate nei promontori che cingono la spiaggia. In cima a uno di essi – lo noterete sicuramente – si trovano le rovine di un Antiguo cargadero de mineral. A fine bagno, il consiglio è quello di ordinare un arroz con mariscos al ristorante Agua Amarga III, nella piazza principale (l’unica!) del paese.

Ci si avventura sulla Costa de Almería non si accontenta mai, e allora ecco che vi segnaliamo anche due stupende spiagge del tutto incontaminate, nascoste tra le scogliere a sud di Agua Amarga: la Cala del Plomo e la Cala de Enmedio.

Agua amarga
Cala de Enmedio

Entrambe sono raggiungibili da Agua Amarga, lungo un sentiero di circa 2 km che corre anche sulla cresta, ma ci si può arrivare anche in auto, tramite una lunga strada dissestata, la rambla del Plomo: la imboccherete dopo 5,5 km sulla AL 5106, partendo da Agua Amarga in direzione del villaggio Fernán Pérez.

Tutti gli alloggi disponibili ad Agua Amarga

Consigli per gli acquisti
Se vi trovate da queste parti e, come è accaduto a noi, vi viene voglia di portarvi a casa un ricordo che non sia il classico magnete da attaccare al frigo, tenete conto che il paesino di Níjar è famoso per la produzione di eccellenti manufatti di ceramica. Noi siamo andati in avanscoperta e abbiamo saccheggiato il negozio di ceramiche Góngora Blanes (Avenida Federico García Lorca).

Le spiagge di Carboneras e i suoi fantastici dintorni naturali

Carboneras è una cittadina industriale che sancisce il confine settentrionale di Cabo de Gata. Arrivati qui, si vede già la differenza: per quanto il villaggio di pescatori abbia alcuni scorci davvero gradevoli, si nota subito che le spiagge si allargano, i faraglioni e le rocce spariscono, dando il cambio al porto e alle fabbriche. Tornano i chiringuitos e i bar sulla spiaggia e non si può far niente per evitare che lo sguardo cada su qualche fastidioso palazzone invasivo, come nel caso della pur bella Playa del Algarrobico. In sostanza, siamo arrivati nel maggior centro turistico a est di Almería, o quantomeno quello più urbanizzato e attrezzato.

Tutti gli alloggi disponibili a Carboneras

Playa de los Muertos
La Playa de los Muertos

Playa de los Muertos

Eppure, a sud di Carboneras, si trova una delle spiagge di Almería più vergini: la Playa de los Muertos. Molti di voi avranno visto almeno una foto di questa singolare spiaggia: sabbia dorata, mare color turchese e, su un lato del lido, un paio di enormi rocce che stanno ritte in piedi, a difesa della splendida natura di questi luoghi (la fantasia di chi ha coniato il nome della spiaggia si è forse immaginata queste rocce verticali più come lugubri lapidi, forse per scoraggiare il turismo di massa). Se volete raggiungerla fate doppiamente attenzione, sia perché in questa zona il mare è frequentemente mosso, sia perché l’accesso alla spiaggia non è semplice: dovrete percorrere un sentiero abbastanza ripido che parte dal parcheggio a pagamento sulla strada.

Una dritta per risparmiare...
C’è anche il modo di parcheggiare gratuitamente, percorrendo una strada sterrata che si prende qui e arriva proprio all’imbocco del sentiero.

Se non ve la sentite di scendere fino al mare, potete scegliere di raggiungere il mirador che si trova sul lato nord della spiaggia per fare qualche foto dall’alto: anche in questo caso il sentiero (breve e pianeggiante) parte nei pressi del parcheggio.

Torre de la Mesa Roldán

C’è però un’altra cosa da fare se ci si trova da queste parti: dal parcheggio parte anche una strada asfaltata che sale fino in cima alla Mesa Roldán, l’alto promontorio che difende il lato sud della spiaggia. Alla fine della strada, proprio in cima alla Mesa, oltre a un faro, si trova un’antica e massiccia torre d’osservazione a picco sul mare, che forse gli amanti di Game of Thrones riconosceranno… Se in estate trovate la strada per la torre sbarrata da una transenna, chiedete ai responsabili del parcheggio: vi diranno che la potete togliere e proseguire fino in cima. Si tratta solo di una misura di sicurezza, affinché la gente non parcheggi la macchina lungo la via per scendere alla spiaggia senza pagare.

Game of Thrones ad Almeria
Se vi sentite in vena di pellegrinaggi a tema GOT, sappiate che Almería ha in serbo per voi altre sorprese. Se vi ho incuriosito, andate a leggere il nostro approfondimento sull’Alcazaba, ehm, sul Reino de Dorne, oppure andata alla ricerca di Vaes Dothrak nel Deserto di Tabernas

Tutti gli alloggi disponibili a Carboneras

Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

68 commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ciao!
    Siamo in 3: io, mia moglie Simona e il nostro bimbo che compirà 3 anni a settembre.
    Dopo essere stati nel 2012 nelle 3 città (Siviglia, Cordoba e Granada) per una settimana in primavera, vorremmo tornare in Andalusia (prevalentemente mare) per 15 giorni nella seconda metà di agosto. L’idea è di volare a Malaga, fermarci a Malaga un paio di notti (anche per la feria) e poi fare due tappe di circa 7 e 6 giorni. Anche guardando questo bellissimo sito (complimenti!) l’idea per le due tappe sarebbero la zona di Nerja e la zona di Cabo de Gata (intorno a Las Negras), in modo da muoverci cambiando spiagge o mete ogni giorno.
    Il nostro bambino è abituato a viaggiare e a fare spostamenti in auto. E’ il primo anno però che lo portiamo per lungo tempo al mare fuori dall’Italia e il primo e principale consiglio che vorremmo chiedervi riguarda le spiagge di Cabo de Gata. Ne vorremmo vedere almeno alcune (oltre a spostarci anche verso Mojacar per una giornata eventualmente), ma: quanto sono attrezzate? Temo siano (tutte?) esclusivamente libere. Ci servirebbero prioritariamente servizi igienici, ma non disdegneremmo di trovare qualche struttura che noleggi ombrelloni e lettini.
    Sotto questo profilo, invece, nella zona di Nerja penso non dovremmo avere problemi, giusto? (Non abbiamo esperienza di mare in Spagna; ci piace cambiare spiaggia ogni giorno ma – specie con un bimbo – è fondamentale l’ombra e all’estero non abbiamo mai portato un ombrellone nostro, preferiamo appunto gli stabilimenti).

    Una seconda domanda, sempre principalmente sull’Almeria (deserto di Tabernas ad es), ma anche ad es per Frigiliana (e pueblos limitrofi) riguarda le temperature nell’entroterra. In queste zone prossime al mare sono subito infernali come Siviglia, oppure si può pensare di non soffrire un caldo eccessivo quantomeno dopo le 17.00?

    Grazie mille
    Stefano

    • Ciao, io stesso nella seconda metà di agosto sarò 5 giorni a Nerja e 5 giorni a Cabo de Gata con un bimbo di 1 anno ( prima volta anche per me con l’esserino). Essendo paesini di pescatori, i villaggi nella costa di Almeria difficilmente offrono stabilimenti nelle spiagge “cittadine”, figurati quelle più sperdute. Puoi trovare qualcosa a San Jose, Mojacar e Carboneras. Nerja no problem.

      Le temperature dell’entroterra di Almeria a mio parere sono insostenibili in agosto. Frigiliana può invece meritare una visita serale per una cenetta da Nerja.

      • Ciao Bernardo, e grazie mille!
        Visto che sarai anche tu nella zona di Cabo de Gata nello stesso periodo e con un bimbo piccolo, quale soluzione mi suggerisci per poter godere almeno un po’ delle spiagge migliori senza arrostirci (e arrostirlo)? 😀
        Ps non ho visto se già c’è nel sito, qualche consiglio sulle strutture dove pernottare. Nella costa tropical avremmo idea di prendere un appartamentino tra La Herradura e Almuneçar, mentre per Cabo de Gata siamo incerti tra una mezza pensione in un resort vicino l’aeroporto di Almeria (Barcelò) che offre servizi utili con un bimbo e in caso di gran caldo (ampi spazi, piscine, animazione, ecc.) e però è un tantino oneroso, o un solo pernottamento in una bella struttura a Rodalquilar, che offre ovviamente meno servizi. Che tipologia di alloggi consigli? Grazie e scusa se mi dilungo…
        Stefano

        • Ciao Stefano. Noi sia a Nerja che ad Agua Amarga abbiamo preso sempre degli appartamenti vicini al mare, per poterci ritirare in casa dalla spiaggia quando fa troppo caldo, limitandoci a fare escursioni e giornate di mare nelle ore meno calde della giornata.

  • Ciao! Sto pianificando una vacanza ad Almeria, San Josè, Los Escullos e spiagge vicine. Vorrei andare a metà maggio ma, viste le temperature, non mi sembra di riuscire a fare mare. Cosa ne dici? E nuotare, con una minimuta si riuscirebbe? Altimenti, più a sud?
    Grazie!
    Claudia

    • Non sono esperto di mute, ma penso possa esserti utile: maggio non è certo un mese indicato per i bagni in Andalusia, dove l’acqua è freschina anche d’estate. La situazione nella Costa Tropical e degli altri litorali è la stessa, anzi più ti avvicini all’oceano e più generalmente l’acqua si fa fredda.

  • Ciao Bernardo

    volevo chiederti se vale la pena passare per Almeria e Cabo de Gata nella prima settimana di Dicembre oppure è tutto in disarmo.
    Saluti

    • Ciao Andrea, è un po’ strana come domanda! L’itinerario panoramico lungo la costa e le spiagge vergini come Monsul o Playa de los Muertos rimangono accessibili tutto l’anno, anche se, come in estate, non hanno servizi dedicati. Avrai addirittura il vantaggio di trovarle ancora più incontaminate! Le cittadine, chiaramente, non avranno molti eventi, vita notturna o attrattive, ma credo che buona parte dei negozi tipici e dei ristoranti possano essere aperti. Se hai interrogativi un po’ più specifici sulla zona, dimmi pure.

  • Ciao, complimenti per la pagina e il sito internet! Premetto che adoro la Spagna e ci sono già stato una quindicina di volte… Ho una domanda da farti. Verso metà luglio vorrei farmi un weekend lungo (ceneri martedì) di mare relax e vita spagnola, tapas aperitivi… Insomma ci siamo capiti. Per pochi giorni è consigliabile volare su Alicante o Almeria e farsi Cabo de gata, magari alloggiando in un posto con un po’ di vita notturna e poi via per spiagge incontaminate? Meglio spostarsi in Costa de la Luz e fare base su Cadiz? Mi basta solo che il mare sia bello. Ciao e grazie in anticipo Ps se conosci altri posti per un break estivo dimmi pure

    • Ciao Lorenzo, proprio l’estate scorsa sono stato a Cabo de Gata e il mio ricordo è ancora fresco: fantastico posto, spiagge bellissime e incontaminate ma poco o niente vita notturna. Inoltre fare base ad Almeria è un po’ scomodo essendo le varie cittadine collegate un po’ male. Meglio la Costa de la Luz, in questo senso… e secondo me non devi nemmeno fare per forza base a Cadice. Perché non passare qualche notte anche a Conil, ad esempio? O in una delle cittadine indicate qui. In alternativa – un po’ meno turistiche però – ci sono le spiagge di Huelva e le spiagge della costa di Granada.

  • Ciao! Dal 12 al 24 agosto sarò in Spagna con il mio compagno, abbiamo prenotato un volo per Siviglia, da lì vorremmo prendere in affitto una macchina e visitare la costa, ma ci piacerebbe un tratto verso est dove l’acqua non sia troppo fredda. Vorremmo fare base in un paesino sul mare e poi da lì spostarci in macchina per visitare le altre spiagge, in quale posto mi consigliereste di cercare un appartamento?

  • Ciao Bernardo
    sono molto interessato a visitare le spiagge di Almeria, ma sui giornali locali leggo sempre di oleadas de medusas durante i mesi estivi. E’ davvero così grave il problema per quel che ne sai oppure si tratta di esagerazioni?
    Un saluto
    Andrea

    • Ciao Andrea, io sono andato a fine agosto da quelle parti e non ho mai visto meduse. Onestamente però non so dirti se sia un fenomeno così frequente e se sia così diffuso per tutta la costa.

      • Ciao Bernardo
        ti ringrazio per la tua cortese risposta e ne approfitto per chiederti se tra Giugno e Luglio nella Costa de la Luz, quindi dalla parte opposta della regione, è fattibile un viaggio itinerante con prenotazioni giorno per giorno lungo il tragitto oppure è più sicuro prenotare da casa per via dell’affollamento turistico.
        Grazie
        Andrea

        • Ciao Andrea se vuoi sapere la mia esperienza, né in Andalusia né altrove io ho mai fatto così: preferisco organizzare tutti i pernottamenti prima per non avere sorprese (magari con cancellazione gratuita fino a 24 ore prima nel caso cambi idea), mi piace scegliere con cura l’alloggio (in Andalusia ce ne sono molti tipici) e risparmiare qualcosa (ci sono varie offerte che gioco forza non trovi andando giorno per giorno). Mi rendo conto però che ognuno ha il suo tipo di organizzazione vacanza preferito 🙂

          • Grazie per l’informazione e complimenti per il sito davvero utile.
            Da domani mi aspetta una settimana di Feria e ho preso diversi spunti importanti.
            Hasta luego!

  • Ciao Bernardo, a metà luglio arriveremo ad Almeria pronti per 15 giorni di vacanza in coppia.
    Pensavamo di passare una decina di giorni sulla costa orientale ed i restanti 5 giorni ad almeria città.
    Per i primi 10 giorni che paese mi consigli da utilizzare come base strategica per poi visitare le migliori spiagge? San Josè?
    Gli altri 5 giorni ci volevamo muovere tra almeria e Cabo de Gata magari con una giornata a Granada.
    Come ti sembra come itinerario?
    Grazie in anticipo

    • Ciao Piero, a costo di essere ripetitivo, come vedi negli altri commenti io consiglio sempre Agua Amarga perché ne sono innamorato. Tuttavia anche San José è ottima. Il problema è che, essendo poco turistica la zona, la disponibilità di alloggi si sta velocemente abbassando, quindi ti consiglio di cercare alloggio il prima possibile, in una qualunque delle 4-5 cittadine sulla costa da San José ad Agua Amarga. Se proprio non trovi nulla, cerca nell’interno (ad esempio Rodalquilar). Lascerei Carboneras come ultima opzione perché è la più settentrionale è non è nulla di che, pur essendo molto vicina alla bellissima e selvaggia Playa de los Muertos. Sulla giornata a Granada non che posso essere d’accordo, ma una visita approfondita della città (che stramerita) richiederebbe almeno 1-2 pernottamenti, che personalmente sottrarrei alla città di Almeria (5 notti mi sembrano tante). Non dimenticare di visitare Nijar e il deserto di Tabernas!

      • Perfetto, grazie mille, veramente gentilissimo.
        Ultima cosa… hai qualche contatto per noleggiare una macchina (da Almeria) senza passare per le grandi agenzie di noleggio sicuramente più onerose?
        Grazie ancora

        • Ciao Piero, francamente mi sono sempre affidato alle agenzie dei comparatori indicati qui. Non ho mai noleggiato in loco ma sempre in anticipo perché mi è sembrato sempre di trovare prezzi decisamente più vantaggiosi.

Booking.com

Guida alla ricerca dell’alloggio

Guida al Noleggio Auto

Guida alla ricerca del volo

Feste ed Eventi in Andalusia

andalusia feste ed eventi

Pronti a scoprire le ferie tradizionali e tutti gli eventi e festival che si tengono in Andalusia ogni mese?

Tour Andalusia: come organizzare un viaggio nel sud della Spagna

Tutti gli strumenti necessari a organizzare in completa autonomia un tour in Andalusia on the road. Troverete informazioni dettagliate su come spostarsi, quando andare, quanto tempo dedicare alle singole tappe, e molti altri suggerimenti che vi renderanno più semplice la pianificazione di un viaggio in Andalusia…