Viaggio in Andalusia
la maestranza siviglia
La Plaza de Toros de la Real Maestranza, l'arena di Siviglia: una storia antichissima

Plaza de Toros de la Real Maestranza di Siviglia: come visitare l’arena più antica di Spagna

Dalla cima della Giralda di Siviglia puoi vedere un grande edificio dall’inconfondibile forma ovale, arricchito da archi di legno dai colori caldi: è la Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballería de Sevilla. Si trova nel quartiere El Arenal, a breve distanza dal fiume Guadalquivir , vicino al Teatro de la Maestranza e alla Torre del Oro, ambedue situati lungo l’attiguo Paseo de Cristóbal Cólon.

Conosciuta anche con il nome di Maestranza o Real Maestranza, è la plaza de toros più antica di Spagna e fra le più importanti al mondo. Presenta una facciata in stile barocco dai colori bianco e ocra e può ospitare più di 12.000 persone. Durante la Feria de Abril e la stagione delle corride, le vie, i bar e i locali intorno alla Plaza de Toros sono gremite di uomini e donne amanti della corrida o anche semplicemente  della vita e delle tradizioni di Siviglia.

La storia di Plaza de Toros: metamorfosi di un’arena

Il 1730 è la data in cui il re Felipe V accorda il permesso di fare corride. Dunque è in questa occasione che La Real Maestranza  una organizzazione formata dalle famiglie più illustri e potenti della città – decide di costruire una Plaza de Toros a Siviglia, di forma rettangolare con gradini e balconate di legno. Dopo diversi spettacoli però apparve chiaro che la forma rettangolare era troppo pericolosa per motivi strutturali, e così, nel 1733, cominciò la costruzione di un’arena rotonda che mantenesse la struttura con balconi e gradinate. I piani diventano tre e, oltre alla porta del toril – l’area che custodisce i tori prima del combattimento – vengono allestite altre quattro porte. Negli anni successivi l’arena si arricchisce di varie altre costruzioni attigue e di un quarto piano.

siviglia plaza del toroNel 1761 cominciò la costruzione in pietra divisa in 30 ochavas: ogni ochava comprendeva quattro archi. Il Palco del Principe venne concluso nel 1765: si trattava di una splendida opera architettonica pensata per ospitare la famiglia reale. Le cose cambiarono quando il re Carlos III decide di proibire le corride: questo comportò l’interruzione dei lavori degli architetti Francisco Sánchez de Aragón e Vicente de San Martín, che lasciarono una parte della piazza in legno e l’altra in muratura.

A metà Ottocento ripresero i lavori necessari alla conclusione di questa grande opera: fra gli artisti coinvolti, cito anche lo scultore italiano Augusto Franchi, che ristrutturò nel 1868 il Palco de la Diputación aggiungendo anche una balaustra in marmo e il simbolo della Real Maestranza de Caballería. Sotto la direzione di Juan Talavera, si ebbe finalmente una data di conclusione dei lavori: l’anno 1881. In realtà, dopo questa data ci fu un ulteriore intervento: prima della Esposizione Iberoamericana del 1929, tenutasi nella zona del parco di Maria Luisa, l’architetto Anibal Gonzáles decise di rifare le tribune in pietra (diminuendo la pendenza) e fece aggiungere più posti a sedere nella parte ombreggiata.

Plaza de Toros oggi: le contraddizioni di una grande tradizione

arena sivigliaOggi Plaza de Toros de la Maestranza è un delle attrazioni di Siviglia più famose e, insieme a Las Ventas di Madrid, è fra le più importanti arene del mondo. La corrida ha sollevato e continua a sollevare molte critiche e gli spettacoli che si tengono ogni anno in questa arena non piacciono a tutti.

Se sei fra le persone che non approvano questo spettacolo, ti consiglio comunque di visitare la Plaza de Toros e il Museo quando non ci sono spettacoli. La storia, l’arte, l’architettura e le tradizioni fanno parte della cultura di un popolo e trovo che sia importante conoscerli e farne tesoro, anche se non ne ne condividiamo le usanze e i costumi.

Se invece vuoi vedere una corrida a Siviglia, puoi acquistare i biglietti direttamente all’arena o online. La stagione comincia generalmente il giorno di Pasqua e termina a ottobre. Anche se nei mesi centrali dell’estate il caldo è troppo forte e non ci sono spettacoli, ricordati quando acquisti i biglietti che – anche se più caro – un posto all’ombra è certamente consigliabile.

Visita del Museo Taurino

plaza de toro sivigliaL’ingresso principale è su Paseo Colón, dove la facciata barocca bianca e ocra accoglie i visitatori ed è “controllata” da una statua del torero Pepe Luis Lopez Vazquez. Dalla Puerta del Principe entrano i migliori toreri acclamati dalla folla. Durante la visita potrai vedere sia la enfermeria, pensata per dare il primo soccorso ai feriti, che la capilla, dove il torero prega prima di confrontarsi con il toro. Inoltre visiterai le scuderie dove i picadores tengono i loro cavalli. Nelle sale espositive ci sono stampe e litografie a tema taurino e dipinti del Settecento, Ottocento e Novecento di importanti artisti spagnoli e non solo. Fra queste opere, le 12 stampe di Tauromaquia di Francisco de Goya e la ‘Cogida de muerte de Pepe Hillo’ di Eugenio Lucas Velázquez. Non mancano oggetti e immagini in ricordo dei tori e dei toreri che hanno fatto la storia della corrida nei secoli, rendendola una delle tradizioni popolari più famose e discusse in Spagna e nel mondo.

Informazioni utili 

Qui trovi info utili all’organizzazione della visita, sia che tu voglia vedere arena e museo di Plaza de Toros de la Maestranza, sia che tu voglia raggiungerla per vedere una corrida a Siviglia.

plaza de toros siviglia orari

Orari della Plaza de Toros di Siviglia

La visita alla Plaza de Toros de la Maestranza e al suo Museo taurino è possibile nei seguenti orari:

  • dalle 9.30 alle 19 da novembre a marzo
  • dalle 9.30 alle 21 da aprile a ottobre
  • dalle 9.30 alle 15 il Venerdì santo e i Días de festejos taurinos (Giorni per i festeggiamenti taurini)

Prezzi del biglietto

Il biglietto d’ingresso ha un costo di 8 euro. Le persone oltre i 65 anni e gli studenti pagano 5 euro. I bambini sotto i 6 anni accompagnati da un adulto entrano gratuitamente, mentre i ragazzi fra i 7 e gli 11 anni pagano 3 euro.

Il lunedì dalle 15 alle 19 l’ingresso a Plaza de Toros de la Maestranza è gratuito.

Come arrivare?

plaza de toros siviglia prezziUna passeggiata per il centro storico di Siviglia è l’ideale per conoscere la città e respirarne l’atmosfera. Dalla Cattedrale di Siviglia all’arena della Maestranza, ad esempio, ci sono meno di 8 minuti a piedi. Ciò nonostante Plaza de Toros è facilmente raggiungibile anche con i mezzi pubblici.

  • La fermata dell’autobus più vicina si chiama Paseo de Cristóbal Cólon e si trova proprio di fronte a Plaza de Toros. Le linee che arrivano a questa fermata sono 3, 21, 40, 41, A2 e C4. Con l’autobus C5 puoi scendere alla fermata Adriano Arenal, a circa 100 metri di distanza.
  • La fermata della metropolitana di Siviglia più vicina alla Maestranza è invece Puerta de Jerez, linea L1.
  • Con il tram T1 puoi scendere a Plaza Nueva e camminerai per circa 5 minuti.

Dove dormire?

arenal sivigliaIl quartiere in cui si trova la Plaza de Toros di Siviglia è El Arenal, uno dei più tradizionali del Casco Antiguo: qui si possono trovare strutture alberghiere di pregio ma anche hotel di qualità economici e strategici per la visita del centro. Se ti piace l’arte spagnola, ti trovi molto vicino al Museo de Bellas Artes di Siviglia, uno dei musei più importanti di tutto lo stato.

Consigli su dove dormire a El Arenal

Flora Lufrano

4 commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Guida alla ricerca dell’alloggio

Guida al Noleggio Auto

Guida alla ricerca del volo

Feste ed Eventi in Andalusia

andalusia feste ed eventi

Pronti a scoprire le ferie tradizionali e tutti gli eventi e festival che si tengono in Andalusia ogni mese?

Tour Andalusia: come organizzare un viaggio nel sud della Spagna

Tutti gli strumenti necessari a organizzare in completa autonomia un tour in Andalusia on the road. Troverete informazioni dettagliate su come spostarsi, quando andare, quanto tempo dedicare alle singole tappe, e molti altri suggerimenti che vi renderanno più semplice la pianificazione di un viaggio in Andalusia…